CONSULENZA

Cartomanzia


La cartomanzia ha origini piuttosto recente rispetto ad altre forme di divinazione. Le prime testimonianze certe risalgono al 1770, data di pubblicazione a Parigi di Etteilla, ou la seule manière de tirer les cartes, dove l’autore, Etteilla, alias Jean-Baptiste Alliette, spiegava l’uso delle normali carte da gioco francesi per predire l’avvenire. Qualche anno più tardi lo stesso Etteilla dava alle stampe Manière de se recréer avec un jeu de cartes nommées Tarot (Parigi, 1783-1785) dedicato alla divinazione per mezzo dei Tarocchi. Già nel Cinquecento e nel Seicento si incontrano, in Italia e Germania, vaghe testimonianze sull’uso delle carte da gioco a scopo divinatorio, ma queste pratiche sono molto diverse dalla cartomanzia moderna in quanto le carte non hanno significati precisi. Dopo Etteilla, la più famosa cartomante fu Marie Adélaide Lenormand (1768-1843), meglio nota come “Mademoiselle Lenormard”, alla quale pare che si rivolgesse Joséphine Beauharlais, prima moglie di Napoleone Bonaparte. Da lei prende nome un particolare mazzo detto “Sibilla Lenormand”, la cui invenzione non va però attribuita a Mlle Lenormand. Fu invece nell’Ottocento che la cartomanzia attirò le attenzioni di occultisti ed esoteristi, in quanto si iniziò diffusamente a ritenere che le carte avessero antichissime origini egizie e racchiudessero il sapere primigenio, l’unico vero.

Esoterismo


“Esoterico” deriva dal greco εσωτερικός (esotericos), che è l’insieme delle parole εσώτερος (esoteros) “interno” e εἰκός (eikos) “è naturale” (locuz.). Da cui gli studi esoterici sono gli studi sulla natura interna dell’uomo che riguardano quelle scienze che portano, attraverso l’introspezione, alla riscoperta di noi stessi, alla conoscenza della nostra “natura interna”, di Dio (della Verità). Esoterismo è un termine di uso comune, per indicare prassi magiche, riti di cartomanzia, calcoli cabalisti e altre forme di superstizione, cioè credenze di natura irrazionale. Esoterismo è anche sinonimo di nascosto, occulto, in quanto scienze esoteriche come l’alchimia (che doveva trasformare il piombo, ciò che è negativo, in oro, in ciò che è positivo, nell’uomo per fargli riscoprire la sua “natura interna”) dovevano nascondersi, rendersi occulte usando allegorie, per non subire le reazioni della Chiesa (unica detentrice della Verità e della parola di Dio).

Percezione Extrasensoriale 


Viene chiamata percezione extrasensoriale o ESP (acronimo dell’espressione inglese Extra-sensory perception) ogni ipotetica percezione che non possa essere attribuita ai cinque sensi. Un sinonimo diffuso a livello popolare è anche sesto senso. L’uso di questo termine sottintende l’esistenza di canali di informazione estranei e sconosciuti alla scienza e, infatti, gran parte degli studi al riguardo si muovono al di fuori del metodo scientifico. Le percezioni extrasensoriali vengono chiamate in modi diversi a seconda della loro natura: capacità di prevedere il futuro (precognizione) capacità di percepire visivamente cose non visibili naturalmente (chiaroveggenza) capacità di comunicare con il pensiero (telepatia)

Vuoi riconquistare la persona amata? Soffri per un amore incerto?
Ti senti afflitto da negativita’…Valentino un amico che ti aiuta a
risolvere con successo ogni tuo problema

TELEFONO

 +39 0823 806831 – +39 339 6256024

EMAIL

sensitivovalentino@gmail.com

facebook 

Valentino il vero 

© 2021 Valentino il Sensitivo